giovedì 24 settembre 2009

Il Giappone ,Oliveri, l'onore e...gli insetti

Stamattina, ho fatto colazione al Capriccio. Nel mezzo di un breve e rapido scambio di battute, con un assessore in carica, e' stato recapitato, all'amministratore, da un amica, copia di un anonimo volantino, fresco di stampa, tipo quelli che giravano in campagna elettorale. Dai contenuti che l'amica ha riferito, dai toni usati, credo che gli autori siano i medesimi che ci hanno deliziato, con le loro paginette inchiostrate, a fine primavera. Se vi ricordate, in quel periodo, i coraggiosissimi e anonimi "emanuensi"1), si prodigavano ad elargire "affettuosi" ammonimenti nei confronti dei loro avversari politici, me compreso. Come ho riportato in numerosi post del blog, in quel periodo, il loro capolista cercava un accordo politico col nostro gruppo, consapevole che i nostri 300 voti gli avrebbero garantito la matematica certezza di vittoria. C'erano delle "difficoltà preesistenti" che rendevano quell'accordo di difficile realizzazione ma,ogni possibilità di accordo con quel gruppo politico, e' stata definitivamente affossata e resa impossibile proprio da questi valenti emanuensi in quanto, era francamente impensabile poter fare accordi, di alcun tipo, con chi insulta ed offende. Come è finita lo sapete tutti e se quel gruppo politico ha perso le elezioni una buona parte di responsabilità è da ascrivere a queste brillanti e coraggiosissime anonime menti. In Giappone, simili personaggi, sopraffatti dal disonore e dalla vergogna per aver causato danno al loro gruppo di appartenenza, avrebbero fatto harakiri ma, quì siamo in Europa, in Italia, in Sicilia, dove si sa, dell'onore abbiamo una visione diversa. Continuano a scrivere, come se nulla fosse e nei loro anonimi fogli, ad insultare. Contenti loro... Per quanto riguarda Sindaco, Giunta e Consiglio,non tocca certo a me difendere l'amministrazione in carica ma, non posso non notare che, dal giorno delle elezioni, sono trascorsi poco più di tre mesi, un lasso di tempo troppo breve per poter giudicare. Il proverbio dice che:" I cavalli di razza si vedono alla lunga distanza!" Lasciamoli lavorare e vedremo. Per quanto riguarda me, "nulla politico" per quel poco che conta, so già da che parte stare alle prossime elezioni: non dalla loro e mi riferisco agli.... imenotteri!

Maurizio Pirrotti

1)Come segnalato da un nostro attento lettore è un errore.La forma corretta è:"amanuensi"

3 commenti:

  1. Tremal Naik corregge: si dice amanuense

    RispondiElimina
  2. si dice emanuense uno. E tanti ?

    RispondiElimina
  3. Grazie per la correzione.Si scrive:"amanuense".
    Se invece a scrivere volantini anonimi sono in tanti si scrive:"imenotteri".
    E chiedo scusa alle api....

    RispondiElimina